Reggio Calabria: tenta di lanciare la ex dal balcone, arrestato 38enne

Provvidenziale l'allarme dato dai vicini di casa della vittima: la donna è stata aggredita davanti al figlio minorenne della coppia, in un'abitazione di Viale Calabria.

lancia ex dal balconereggio calabria

Avrebbe tentato di lanciare l'ex compagna dal balcone dopo averla picchiata sotto gli occhi increduli di loro figlio, minorenne. È accaduto a Reggio Calabria dove un uomo di 38 anni è stato tratto in arresto con l'accusa di tentato omicidio. Ad eseguire il fermo sono stati i carabinieri della città dello Stretto, solo il loro intervento ha evitato che l'aggressione sfociasse in una vera e propria tragedia.

Secondo quanto riferito dai militari dell'Arma l'uomo tra l'altro in passato si era già reso protagonista di maltrattamenti in famiglia, motivo per cui da dicembre dell'anno scorso gli era stato notificato un provvedimento di divieto di avvicinamento alla convivente.

Stamattina pero il 38enne è andato nell'appartamento della ex, in Viale Calabria, iniziando a litigare con la donna, di 41 anni. Al culmine della lite l'uomo, in presenza del figlio minorenne, avrebbe trascinato la donna sul balcone di casa, al terzo piano di una palazzina, tentando di buttarla giù.

Provvidenziale l'allarme lanciato dai vicini di casa che avevano sentito le urla della donna e le sue richieste di aiuto. In breve i carabinieri sono accorsi sul posto e dopo aver sfondato la porta d’ingresso dell'appartamento hanno bloccato l’aggressore.

La donna è stata prontamente soccorsa: per lei tanta paura oltre a escoriazioni al collo, contusioni al braccio destro e una ferita in fronte.

L'arrestato è finito nella casa circondariale di Reggio Calabria con l'accusa di tentato omicidio pluriaggravato dalla crudeltà e dalla commissione del reato di maltrattamenti in famiglia. Il gip ha convalidato il fermo.

  • shares
  • Mail