Puglia: arrestato scafista italiano nel brindisino, migranti tratti in salvo

Tratti in salvo dalla Guardia di Finanza 28 migranti, ci sono anche 4 donne e 4 bambini. Arrestato lo scafista, un italiano 62enne.

Con un'operazione della Guardia di Finanza sono stati messi in salvo 28 migranti nel canale di Otranto, a largo di Torre Canne. È avvenuto nella serata di ieri, tra le persone recuperate dall'imbarcazione, intercettata da un pattugliatore, anche , tutti di origine irachena e siriana. Nonostante fossero provati dal viaggio nessuno di loro presentava problemi di salute. Alla guida del mezzo un 62enne italiano, originario di La Spezia, che aveva già precedenti per traffico illegale di migranti. Il veicolo è stato sequestrato e l'uomo arrestato con l'accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

L'operazione è partita quando il pattugliatore della GdF ha notato un'imbarcazione con una linea di galleggiamento insolitamente bassa. Lo scafista alla vista delle motovedette ha provato ad accelerare per darsi alla fuga, ma è stato raggiunto ed affiancato. Il motoscafo, lungo circa 8 metri, è risultato privo di documenti e di segni distintivi. Le persone a bordo sono state trasferite a bordo di un'imbarcazione della Guardia Costiera. Il mezzo è stato condotto presso la Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza, nel porto di Brindisi.

Sempre presso il porto di Brindisi è stato allestito un piccolo centro d'accoglienza, presso la sala conferenze dell'Autorità Portuale. Lì le 28 persone messe in salvo sono state sottoposte ai primi controlli, come detto sarebbero tutti in buone condizioni, seppur provati dalle fatiche del viaggio.

Migrants Crossing From North Africa Transit To Europe

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail