Boy George dichiarato colpevole di sequestro di persona

boy george

Dopo 50Cent torniamo a parlare di un personaggio molto noto del panorama musicale internazionale che recentemente è tornato a riempire le pagine della cronaca non per i suoi meriti artistici: Boy George.

Dopo l'arresto per possesso di cocaina nel 2005 e il conseguente obbligo di svolgere servizio sociale per Nettezza Urbana di New York, nell'aprile scorso era stato accusato di sequestro di persona da un escort gay sieropositivo, il norvegese Audun Carlsen, che sosteneva di essere stato legato e picchiato dall'artista londinese.

Nel corso del processo, che si sta svolgendo in questi giorni a Londra, è emerso che l'escort si ere recato nell'abitazione di George Alan O'Dowd, vero nome dell'ex Culture Club, per una sessione di foto nude.

Ma sembra che l'artista 46enne non si sia accontentato e, dopo aver ammanettato il giovane escort, l'abbia picchiato con una catena.

La versione non combacia con quella fornita da Boy George che sostiene di averlo sì legato, ma soltanto perchè "doveva controllare se Carlsen gli avesse sottratto alcune fotografie dal personal computer e danneggiato la macchina"

Nessuno ci ha creduto e l'artista è stato giudicato colpevole di sequestro di persona. La sentenza è attesa per il prossimo 16 gennaio.

Via | BBC News

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: