Cento (Ferrara): 82enne uccide la moglie invalida

L'uomo ha colpito la moglie 80enne con un coltello, poi ha chiamato i soccorsi.

uxoricidio Cento

Tragedia della disperazione a Cento, in provincia di Ferrara, dove ieri sera un uomo di 82 anni, Giuseppe Parmiani, ha ucciso la moglie invalida con un'arma da taglio. La vittima aveva 80 anni.

L'anziano uxoricida dopo il delitto ha chiamato il 118, il personale sanitario giunto sul posto ha poi chiamato i carabinieri che arrivati nell'appartamento teatro dell'omicidio, in via Borselli, hanno ricostruito l'accaduto.

La donna uccisa era era invalida e gravemente ammalata. Il marito è ora formalmente in stato di fermo, la sua posizione è al vaglio dell'autorità giudiziaria.

Marito e moglie, lui originario di Comacchio (Ferrara) lei originaria di Sabaudia (Roma), erano insieme da una vita. L'uomo, secondo i primi rilievi medico-legali avrebbe ucciso la consorte con una coltellata inferta all'addome.

L'anziano, in base a una prima ricostruzione dei fatti, avrebbe agito in preda a un raptus. L'uomo, secondo quanto riferito dagli investigatori, viveva in uno stato di forte esasperazione a causa della gravi condizioni di salute della moglie.

Le indagini dei militari dell'Arma di Cento sono coordinate dal pubblico ministero Barbara Cavallo.

  • shares
  • Mail