Guardia giurata sorprende ladri di gasolio e viene pestata a sangue

L’aggressione è avvenuta agli oleodotti dell’Eni nella zona Portuense-Ponte Galeria a Fiumicino

12enne accoltellato napoli

Una guardia giurata ha sorpreso un gruppo di ladri mentre stavano compiendo un furto agli oleodotti dell’Eni nella zona Portuense-Ponte Galeria a Fiumicino ed è stata pestata a sangue fino a essere ridotta quasi in coma a calci e pugni dalla banda. L’uomo, di guardia negli orari notturni, è intervenuto quando ha sentito scattare l’allarme di una delle grate laterali di sevizio dell’oleodotto e quando è giunto sul posto è stato aggredito da quattro o cinque persone con accento straniero che lo hanno pestato a sangue.

La banda di ladri imperversa nella zona da alcuni mesi e ha già portato a segno numerosi colpi facendo bottino di carburante e di metalli. A trovare l’uomo sono stati i colleghi che hanno prontamente chiamato i soccorsi: la guardia giurata ha ripreso i sensi in ambulanza ed è stata condotta all’ospedale Grassi dove le sono state riscontrate diverse fratture alle costole, con una prognosi di 25 giorni.

Il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, ha ribadito quanto aveva già espresso in passato:

L'ho detto e ripetuto più volte anche in passato: il nostro territorio e le condotte che lo attraversano sono sotto attacco. Servono misure straordinarie contro i 'vampiri di carburante', individui privi di scrupoli e pronti a tutto, anche a provocare un disastro come quello accaduto nei canali di Maccarese o a ridurre in fin di vita chi compie il proprio dovere per salvaguardare l'ambiente e la salute pubblica. Ripeto, servono misure straordinarie per far fronte a questi continui e ripetuti attacchi.

Il sindaco ha suggerito alle società proprietarie di mettere a regime sistemi di controllo in grado di rilevare i cambiamenti di flusso di cherosene nelle condotte, in modo da attivare allarmi in tempo reale ed evitare che si ripetano colpi come quelli che da alcuni mesi stanno interessando la zona prossima all’aeroporto capitolino.

Via | Il Mattino

  • shares
  • Mail