Facebook, adesca e sequestra 12enne: in manette un giovane di Salerno

Le ha dato appuntamento davanti alla scuola e l'ha costretta a salire in macchina: immediato l'intervento delle forze dell'ordine

adescamentoonline

Si trova agli arresti domiciliari un ventenne di Buonabitacolo, provincia di Salerno, accusato di avere adescato e sequestrato una ragazzina di dodici anni. Secondo quanto riferito dai Carabinieri del comando operativo di Sala Consilina che hanno fatto scattare le manette, il giovane avrebbe conosciuto l'adolescente tramite Facebook e dopo alcune "chattate" mirate a conquistarne la fiducia, le avrebbe dato appuntamento di mattina presto davanti alla sua scuola nella Vallo di Diano.

Una volta sul posto la minorenne è stata costretta a salire a bordo della macchina con il ragazzo che aveva intenzione di portarla nella propria abitazione, a Buonabitacolo. Le insegnanti dell'istituto scolastico frequentato dalla dodicenne, notata la sua assenza, hanno deciso di avvertire i genitori che allarmati hanno contattato le autorità sporgendo denuncia di scomparsa.

A questo punto sono partite le ricerche dei Carabinieri e nel giro di poche ore dall'allontanamento sono riusciti a rintracciare la coppia tramite il gps del cellulare della ragazzina. Il ventenne ora si trova agli arresti domiciliari nella sua abitazione in attesa di essere ascoltato dai giudici. Inoltre, dai primi accertamenti non sembra siano emerse alcun tipo di violenze sulla vittima del sequestro.

Questo è solo l'ultimo dei sempre più frequenti casi di adescamento online di minorenni, fenomeno conosciuto anche con il nome di grooming. La strategia messa in atto dai pedofili è sempre la stessa e su Facebook sono soliti creare falsi profili per chiedere ai giovani l'amicizia. A quel punto cominciano a "tessere" un legame di fiducia con la vittima che viene indotta a dare informazioni personali e, nei casi più gravi, ad accettare un incontro.

Secondo un'indagine del 2014 condotta dalla Ecpat, onlus che protegge i minori da ogni forma di sfruttamento sessuale commerciale, su un campione di 131 studenti di 13 anni, il 90% ha aperto un profilo Facebook prima dei 13 anni (età consentita per potere accedere al social network) e 1 adolescente su 3 è disponible a dare  il numero di cellulare a persone conosciute online.  Dallo studio è emerso anche che il 60% dei minorenni ha ricevuto proposte di natura sessuale.

 

  • shares
  • Mail