Armi, cocaina e poligono di tiro: scoperto a Palermo bunker deposito della Mafia

bunker della mafia scoperto a Palermo

La curiosa scoperta è stata fatta dagli agenti della polizia di Palermo, che hanno pedinato ed arrestato il pregiudicato 29enne Antonino Grimaldi fino allo scantinato di uno dei palazzoni del quartiere Zen 2 della città siciliana.

Un vero e proprio bunker, come potete vedere dalle foto, di circa 20 metri quadrati dotato, ovviamente, di aria condizionata e comfort vari, destinato ad ospitare latitanti e criminali.

Al rifugio, totalmente insonorizzato e situato a circa dieci metri di profondità, si accedeva dopo aver attraversato una serie di cunicoli ed aver superato un cancello telecomandato ed una porta blindata. Lì, oltre ai criminali, venivano nascoste anche armi e munizioni ma anche denaro e droga, che veniva tagliata e divisa prima di venir messa in commercio.

bunker della mafia scoperto a Palermo
bunker della mafia scoperto a Palermo
bunker della mafia scoperto a Palermo

Gli agenti, che hanno sequestrato circa 10mila euro di cocaina e 7mila euro in contanti, hanno dichiarato che lo stanzino veniva anche usato come poligono di tiro, visti i numerosi buchi di proiettili sulle pareti e gli altrettanti bossoli esplosi a terra.

L'uomo arrestato, Grimaldi, sarebbe legato a Fabio Chianchiano, l'affilitato del clan Lo Piccolo finito in manette lo scorso ottobre. Non è escluso quindi che il bunker sia stato usato in passato per ospitare latitanti di Cosa Nostra.

bunker della mafia scoperto a Palermo
bunker della mafia scoperto a Palermo
bunker della mafia scoperto a Palermo
bunker della mafia scoperto a Palermo

Via | La Voce D'Italia
Foto | POLICENow

  • shares
  • Mail