Lamezia Terme: 7 arresti per spaccio di droga

Spaccio di droga e e minacce di morte per chi non pagava. L'operazione "Drug family" della polizia di Lamezia.

Arresti droga Lamezia terme

Sono 7 le persone arrestate a Lamezia Terme (Catanzaro) dalla polizia con l'accusa di essere a vario titolo responsabili di spaccio droga in concorso, tipo eroina e cocaina, nel quartiere Capizzaglie.

Alcuni dei soggetti fermati fanno parte dello stesso nucleo familiare, da qui il nome in codice dell'operazione: "Drug family".

Uno degli arrestati oltre che di spaccio di stupefacenti deve rispondere anche di tentata estorsione visto che avrebbe richiesto ad alcuni acquirenti della droga di pagare delle somme di denaro a titolo di risarcimento per dosi loro consegnate in precedenza e non "saldate".

L'uomo avrebbe minacciato chi gli doveva dei soldi di gravi ritorsioni e anche di morte. L'inchiesta che ha portato agli arresti di stamattina dera iniziata a giugno dell'anno scorso dopo il tentato suicidio di un ragazzo di Lamezia.

Secondo gli accertamenti degli investigatori il giovane alcuni giorni prima era stato minacciato di morte: doveva versare una certa somma di denaro al pusher, in parte per precedenti forniture di stupefacenti, se non lo faceva avrebbe rischiato la vita.

La polizia dopo aver avviato le indagini ha individuato due fratelli di Lamezia Terme, già noti alle forze dell'ordine, che secondo le accuse venivano aiutati nella gestione dello spaccio di droga dalla madre, da un parente e da altri soggetti pregiudicati finiti oggi in manette.

Le indagini sono state coordinate dal procuratore della Repubblica Domenico Prestinenzi.

  • shares
  • Mail