Santa Rita: nessun risarcimento per le vittime della clinica degli orrori

santaritaAh, le meraviglie dell'italica penisola. Proprio pochi giorni fa vi avevamo aggiornato sull'inchiesta-scandalo della clinica Santa Rita ponendo l'attenzione sulla situazione processuale degli imputati. Richieste di patteggiamento accolte per alcuni di essi, rinvio a processo con rito ordinario per Brega Massone, Merlano e Sampietro.

Ma alle vittime, quelle rimaste in vita, chi ci pensa? E soprattutto, riceveranno almeno un adeguato risarcimento per i danni subiti da interventi chirurgici lesionanti e non necessari? La risposta nel titolo, no. Per il diritto penale, nel momento in cui vengono accolti patteggiamenti e sconti di pena per gli imputati non è possibile per le vittime ottenere giustizia, neanche dal lato risarcimentale.

L'unica scappatoia è la giustizia civile: le vittime potrebbero ancora costituirsi parte civile contro Brega Massone e gli altri che andranno a processo il 2 dicembre. Ma l'Italia riserba sempre grandi sorprese: l'ex primario di chirurgia toracica Paolo Brega Massone della Clinica Santa Rita risulta nullatenente. Ripetiamo assieme: il primario è nullatenente.

Come fa a risarcirti uno che è nullatenente? Poverino, già me lo vedo a far l'elemosina per strada con i cartoni a fargli da materasso. Aiutiamolo.

Via | Il Giornale

  • shares
  • Mail