Clan Di Cosola: 64 arresti a Bari

L'operazione avrebbe assestato un "colpo mortale" al clan di Cosola. Sequestrati beni per milioni di euro. In manette anche un imprenditore al servizio della cosca.

arresti di cosola bari

Sono 64 gli arresti eseguiti la scorsa notte a Bari dai carabinieri a carico di altrettanti presunti appartenenti al clan mafioso Di Cosola. Tra le persone finite in manette anche un imprenditore edile a cui è stata sequestrata l'azienda alle porte di Bari.

Il blitz avrebbe assestato un "colpo mortale" al clan Di Cosola secondo alcuni investigatori. L'indagine dei carabinieri di Bari ha ricostruito l'infiltrazione in vari settori dell'economia da parte del clan egemone nelle gestione di appalti e lavori di edilizia attraverso l'imposizione dell'acquisto di cemento di bassa qualità.

La cosca controllava secondo gli inquirenti anche il mercato delle slot machine e dei video poker: 100 euro mensili di pizzo per ogni macchinetta che, visti numerosi locali taglieggiati a Bari e nei centri della provincia controllati dal clan, portavano migliaia di euro al mese nelle casse dell'organizzazione mafiosa.

Le donne del clan arrestate invece si occupavano di tenere la contabilità. Contestualmente agli arresti i carabinieri hanno sequestrato beni per milioni di euro. I sigilli sono stati apposti a 23 immobili, 19 terreni, 80 conti correnti, 2 cassette di sicurezza, 15 automezzi e 4 società.

Il controllo del mercato della droga era stato delegato invece a una parallela associazione del clan a ciò dedita, con oltre 250 episodi di spaccio documentati dall'indagine.

  • shares
  • Mail