Baltimora, morte di Freddie Gray: liberi su cauzione i 6 poliziotti incriminati

Le ultime novità da Baltimora: proteste in città dopo la morte di Freddie Gray. Dei sei poliziotti incriminati la metà sono di colore.

Sabato 2 maggio 2015 - A Baltimora sono state arrestate 53 persone, di cui 38 per le proteste dopo l'omicidio di Freddy Gray e 15 per violazione del coprifuoco.
Intanto i sei poliziotti incriminati per l'omicidio di Gray sono stati tutti liberati su cauzione: ognuno di loro ha pagato tra i 250mila e i 350mila dollari. Il casellario giudiziale online statunitense riferisce che tre dei sei poliziotti accusati sono neri, gli altri tre sono definiti "bianchi, caucasici, asiatici, indiani, arabi".
L'accusa più grave, quella di omicidio preterintenzionale, pende su Caesar R. Goodson Jr. che era alla guida del veicolo che trasportava Gray.
Si sta occupando delle indagini il Procuratore del Maryland, la 35enne Marylin Mosby.

Baltimora: scontri tra manifestanti e polizia


28 aprile 2015

- Si sono tenuti ieri a Baltimora i funerali di Freddie Gray, il ragazzo morto dopo il suo arresto, in seguito a delle ferite alla spina dorsale. Il clima di tensione che avvolgeva già da giorni la città americana del Maryland è degenerato in una notte di guerriglia urbana: si è scatenata la rabbia di parte della popolazione contro la polizia.

Veicoli della polizia (e non solo) dati alle fiamme, vetrine distrutte e danneggiamenti all'arredo urbano. La rabbia - che ricorda casi come quello di Ferguson - non ha fatto vittime ma diversi feriti: tra le forze dell'ordine sono 15 le persone ferite di cui 6 in condizioni gravi.

La sorella gemella del ragazzo ucciso, Fredericka, ha preso le distanze dalle violenze della notte: "Non credo che lo facciano per Freddie, la violenza è sempre sbagliata", ha detto.

A Baltimora si studiano soluzioni per contenere le violenze nei prossimi giorni: migliaia di agenti stanno raggiungendo la città per garantire l'ordine, mentre il sindaco ha imposto il coprifuoco negli orari notturni (dalle 22 alle 5 di mattina). Il Governatore del Maryland ha dichiarato lo stato d'emergenza.

Al momento sono stati arrestati 24 tra i manifestanti.

(A.G.)

USA: 25enne afroamericano muore dopo l'arresto a Baltimora, polizia sotto accusa


morto a baltimora Polizia Usa sotto acccusa

Polizia americana ancora sotto accusa dopo i recenti casi di presunti abusi di potere e omicidi a sfondo razzistico. A Baltimora la stessa polizia ha avviato un'indagine sulla morte di un giovane afroamericano ferito mentre veniva arrestato la settimana scorsa.

La vittima aveva 25 anni: Freddie Gray è deceduto in ospedale dove era stato ricoverato dopo essere stato portato in una stazione di polizia in seguito al fermo.

Sabato davanti a quella stazione di polizia c'è stata una manifestazione di protesta mentre la Justice League di New York ha organizzato una marcia "per la giustizia" a Washington.

Soltanto pochi pochi giorni fa a North Charleston, in South Carolina, un poliziotto bianco ha sparato diversi colpi alla schiena di un afroamericano disarmato che fuggiva a piedi dopo un fermo per futili motivi. L'agente è finito in manette ed è stato incriminato grazie a un video girato con un cellulare.

In merito alla morte di Gray, non si sa né come sia avvenuta né in quali circostanze. Il sindaco della città ha assicurato che tutte le informazioni verranno diffuse a seguito dell'inchiesta.

Comprendo la frustrazione della comunità e prenderò molto seriamente il mio dovere di trasparenza

Il giovane era in buona salute prima di essere arrestato secondo il legale della famiglia che ha accusato la polizia di voler tenere

"segrete le circostanze della morte di Freddie fino a quando non avranno sviluppato una versione degli eventi che assolva gli agenti da ogni responsabilità".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail