Castrovillari: ucciso 80enne, arrestato il figlio

La vittima è Carmine Saraceni. Il presunto omicida è andato a dormire dopo il delitto: era in cura al Cim di Castrovillari. Indagano i carabinieri della locale Compagnia.

omicidio castrovillari

Omicidio a Castrovillari, in provincia di Cosenza, dove ieri sera un uomo di 50 anni con problemi psichici avrebbe ucciso il padre per poi andare normalmente a letto.

Solo questa mattina il delitto è stato scoperto, allorquando il presunto omicida è andato presso l'ospedale della città ai piedi del Pollino per farsi medicare alcune ferite che si sarebbe fatto dopo aver tentato il suicidio seguito dell'uccisione del genitore, Carmine Saraceni, di 80 anni.

L'uomo si sarebbe tagliato ai polsi, poi avrebbe chiamato il 112 e quando i carabinieri di Castrovillari sono arrivati nell'appartamento hanno trovato l'anziano ucciso e il figlio ferito. Non è ancora del tutto chiaro se quest'ultimo abbia confessato o meno l'omicidio.

Secondo quanto riporta Il Quotidiano del Sud l'uomo avrebbe ammesso le sue responsabilità a casa davanti ai militari dell'Arma ma una volta portato in caserma, alla presenza del suo legale, si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere.

Dietro il delitto ci sarebbero i diverbi per le continue richieste di denaro del figlio al padre. Gli investigatori hanno spiegato che il fermato ha problemi psichici e che in passato avrebbe già tentato il suicidio, l'uomo prendeva una pensione di invalidità ed era in cura al Cim (Centro igiene mentale) di Castrovillari.

  • shares
  • Mail