Chi è Enzo Costanza, il padre fuggitivo

Chi è l'impiegato 39enne fuggito in Francia con il figlio di 15 giorni?

Enzo Costanza è un impiegato di 39 anni che ieri ha fatto perdere le proprie tracce assieme al figlio di 15 giorni: alto 1.85 circa, ha una corporatura normale, i capelli neri e corti, gli occhi di colore nero e il naso pronunciato. Non ha barba o baffi e non porta gli occhiali.

Costanza è sparito col figlio a bordo della loro Fiat Freemont di colore grigio argento: intorno alle 13 di martedì l'uomo si è recato con la moglie e il figlio in un supermercato a Rivalta, paese della cintura torinese, per fare la spesa. Quando la moglie è tornata al parcheggio dopo gli acquisti si è accorta della scomparsa del marito.

Paola Italiano e Massimo Massenzio, sul quotidiano La Stampa, hanno ricostruito gli ultimi spostamenti dell'uomo prima della sparizione (e del probabile sconfinamento in Francia): prima di sparire sembra infatti che l’uomo fosse andato dal suo psichiatra, accompagnato dalla moglie e dal figlio.

Secondo la ricostruzione dei due cronisti sembra che avesse deciso autonomamente di interrompere la terapia farmacologica che si autosomministrava per combattere una forma di depressione: il medico gli avrebbe consigliato di riprendere la cura, prescrivendo a Costanza un aumento consistente della dose di farmaci che avrebbe dovuto assumere. Sembra però che l'uomo da tempo non ascoltasse più i consigli del medico, da circa un mese non dormiva più bene e aveva dato segni di disagio.

All’uscita dallo studio la coppia si sarebbe fermata in un centro commerciale per comprare un regalo al bimbo ma quando la moglie torna nel parcheggio la Fiat Freemont grigia non c’è più. La coppia era sposata dal 2011 ed il piccolo, che non aveva alcun disturbo e sarebbe perfettamente in salute, è il loro primo figlio.

Chi è Enzo Costanza, il padre fuggitivo

Chi è Enzo Costanza, il padre fuggitivo

L’ultimo avvistamento dell’uomo si è avuto al traforo autostradale del Frejus: le telecamere di sorveglianza hanno ripreso la Fiat Freemont dell’uomo viaggiare in direzione della Francia. La moglie ieri ha provato a contattarlo, ma dopo il primo tentativo andato a vuoto l'uomo ha spento il cellulare e si è reso definitivamente irreperibile.

Al momento della scomparsa portava una camicia beige e un paio di pantaloni marroni. Il neonato di due settimane indossava invece una tutina beige e rosso a righe con il disegno di Snoopy o una Mucca di colore rosso, un bavaglino beige e una copertina di colore azzurro. Il bambino si trovava all’interno di un “ovetto” di colore verde sul sedile posteriore dell’auto.

La Procura di Torino ha aperto un'inchiesta, in seguito alla segnalazione dei carabinieri. Sottrazione di minore il reato ipotizzato. Il fascicolo è affidato al pm Valerio Longi.

  • shares
  • Mail