Thailandia, autobomba in un centro commerciale

Tanta paura sull'isola di Samui in Thailandia: 7 persone ferite, tra loro una bambina italiana

Un'autobomba è esplosa ieri, intorno alle 22.30 ora locale, presso un centro commerciale dell'isola di Samui, una delle mete turistiche più popolari in Thailandia; l'ordigno era collocato su un furgone pick-up parcheggiato nei sotterranei del Central Festival, centro commerciale aperto un anno fa e che in quel momento stava chiudendo per la notte.

Secondo i dati ufficiali diffusi dalle autorità thailandesi sette persone, tra cui una bambina italiana di 12 anni e sei cittadini thailandesi, sono state ferite in modo nell'esplosione: secondo fonti mediche locali citate dai media italiani la giovane italiana sarebbe rimasta solo lievemente ferita, naturalmente scossa dallo spavento, e dopo un breve controllo non sarebbe stata nemmeno ammessa in ospedale.

Nessuno ha ancora rivendicato l'attentato ma stando a quanto riferiscono i media thailandesi altri due incendi si sarebbero verificati nello stesso momento a Surat Thani e Phang Nga, due località entrambe nel sud del Paese, distruggendo un centro commerciale e un negozio. Secondo le autorità citate dalla Bbc il veicolo usato per l'attentato potrebbe essere stato portato a Koh Samui da una delle tre province meridionali thailandesi nelle quali operano militanti islamici. Tuttavia, la provenienza esatta della vettura deve essere ancora stabilita.

(in aggiornamento)

Foto | Nouvelles Generales su Twitter

CCSwfH3XIAAOmUj

  • shares
  • Mail