Ercolano: indagato il Sindaco Vincenzo Strazzullo (PD) ed altri 5 amministatori

Questa mattina ad Ercolano otto persone sono state raggiunte da un avviso di garanzia nell'ambito di un'inchiesta su alcuni appalti pubblici. I due titolari delle indagini, i Pm Carrano e Brunetti, hanno formulato l'accusa di associazione a delinquere, corruzione e turbativa d'asta per tutti gli indagati, tra i quali figurano anche il Sindaco Vincenzo Strazzullo (Pd) ed il suo vice Antonello Cozzolino.

Nel registro degli indagati ci sono anche i nomi dell'assessore ai lavoro pubblici Salvatore Solaro e i consiglieri comunali Rory Oliviero, Pasquale Romano e Raffaele Simeone. Sotto indagine anche un imprenditore locale e un dipendente comunale, dei quali però non si conoscono le generalità. L'inchiesta riguarda alcuni appalti pubblici per il rifacimento di alcune strade e la ristrutturazione della caserma dei carabinieri. Il Sindaco Vincenzo Strazzullo ha così commentato la notizia:

"Apprendo con stupore di essere oggetto di un accertamento giudiziario per fatti ai quali sono totalmente estraneo. Ripongo la mia più completa fiducia nella magistratura, nella convinzione che rapidamente sia accertata la mia assoluta estraneità ai fatti e la integrità e la correttezza della mia azione amministrativa"

Il Partito Democratico locale è già al centro di una bufera dopo lo scandalo-tesseramento del gennaio scorso che ha indotto la segreteria regionale ad intervenire così come ha fatto anche la Procura della Repubblica. Il mese scorso i carabinieri hanno acquisito l'elenco con le domande di iscrizione (salite da 300 ad oltre 1200) in vista delle primarie, nel quale figurerebbero i nomi di 36 soggetti legati ad ambienti camorristici.

Ercolano (NA)

Foto tratta da Wikipedia

  • shares
  • Mail