Terni: droga gratis a minori per farli spacciare, arrestato 30enne

I giovani coinvolti sono stati segnalati alla Prefettura di Terni come assuntori di stupefacenti.

Davanti alle scuole di Terni avvicinava minori dicendo che avrebbe regalato loro della droga, tipo hashish, se fossero andati a trovarlo a casa. Una volta che i ragazzi cadevano nella trappola venivano costretti o convinti a spacciare e/o rubare soldi e preziosi ai genitori.

Per questa accusa è finito in manette un romano di 30 anni, incensurato, dopo le indagini della polizia per le ipotesi di reato di spaccio di droga e ricettazione. L'inchiesta ha fatto emergere che l'uomo, dopo aver preso una casa in affitto a Terni, avrebbe adescato più di 30 giovanissimi, quasi tutti minorenni o appena 18enni.

Il 17 febbraio scorso davanti a una scuola del capoluogo umbro un minorenne era stato fermato con mezzo chilo grammi di hashish nello zainetto. Da lì sono partiti gli accertamenti della squadra mobile ternana.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori l'arrestato agganciava i ragazzi in un parco davanti a una scuola della città, poi con la scusa di vedere una partita di calcio li invitava a casa facendoli bere e fumare hashish.

La prima volta era sempre gratis, poi l'uomo chiedeva ai ragazzi soldi, anche con tono minaccioso, e questi per soddisfare le sue pressanti richieste rubavano oro e denaro ai genitori. Altrimenti dovevano spacciare le dosi di droga fornite dal 30enne.

L'uomo poi rivendeva i preziosi in un compro-oro cittadino: dalle ricevute, la polizia è risalita allo spacciatore, denunciato quindi anche per ricettazione.

In 15 giorni, solo vendendo oro e gioielli, l'uomo si era messo in tasca circa 5.000 euro. I giovani coinvolti sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di stupefacenti. L'inchiesta è stata coordinata dal pubblico ministero di Terni Barbara Mazzullo.

hashish arresto  Terni

  • shares
  • Mail