Battipaglia: fingono di accompagnarla a casa e la stuprano, 2 arresti

I due presunti stupratori avevano avvicinato la ragazza all'uscita di un locale notturno di Battipaglia

Si sono finti così gentili da accompagnarla a casa in auto, ma in realtà il loro obiettivo era violentarla. Sono due gli arresti eseguiti oggi dai carabinieri di Battipaglia (Salerno) per lo stupro denunciato da una ragazza di 27 anni.

In manette sono finiti due soggetti già noti alle forze dell'ordine, Lucian Manolache, di 27 anni, e Youssef Aghnaj, di 34, rispettivamente di nazionalità romena e marocchina, entrambi residenti a Battipaglia.

Le indagini sono state condotte dal Nucleo operativo e radiomobile dei militari dell'Arma dopo la denuncia della giovane violentata. Lo stupro, secondo quanto raccontato dalla 27enne, è avvenuto nella notte del 31 gennaio scorso.

I due presunti stupratori avevano avvicinato la ragazza all'uscita di un locale notturno di Battipaglia quindi l'avevano convinta a salire in macchina con loro per un passaggio a casa.

Una volta in auto la giovane è stata invece portata nella zona del Castelluccio dove dopo il suo rifiuto a un rapporto sessuale, i due l'hanno violentata. Soltanto la mattina dopo la ragazza è stata accompagnata a casa.

I provvedimenti di custodia cautelare in carcere a carico degli indagati sono stati emessi dal gip di Salerno su richiesta della procura della Repubblica del capoluogo campano.

violenza sessuale battipaglia

  • shares
  • Mail