USA, poliziotto incriminato per l’omicidio di un afroamericano disarmato (Video)

Il video, pubblicato dal New York Times, ha incastrato il giovane poliziotto che sosteneva di aver agito per legittima difesa. Oggi Michael Slager è stato licenziato e il suo avvocato ha preferito farsi da parte.

20.50 - Michael Slager, l’agente di polizia di North Charleston indagato per l’omicidio del 50enne Walter Scott, è stato licenziato nella giornata di oggi ed ha anche perso il legale che lo stava seguendo, l’avvocato David Aylor, che ha preferito farsi da parte dopo aver visto il filmato:

Il video è uscito e poche ore dopo ha deciso di ritirarmi dalla rappresentazione del mio cliente. La gente può trarre le proprie conclusioni, ma io da un punto di vista avvocato-cliente non posso confermare quali sono i motivi di questa decisione.

L’uomo si trova ora detenuto nel carcere della contea di Charleston. Se sarà ritenuto colpevole e condannato potrebbe rischiare la pena di morte o il carcere a vita con l’obbligo di scontare almeno 30 anni prima di avanzare richiesta per la libertà vigilata.

8 aprile 2015 - Un nuovo caso di uso eccessivo della forza da parte della polizia statunitense è emerso in queste ore a North Charleston, in North Carolina, dopo che un video amatoriale - quello che vedete in apertura, SCONSIGLIATO A CHI SI IMPRESSIONA FACILMENTE - è stato pubblicato online e ha fornito una chiara dinamica di quanto accaduto sabato mattina in un parchetto della città.

Queste le premesse: Walter L. Scott, afroamericano di 50 anni con una serie di reati minori alle spalle, sta viaggiando in auto quando viene fermato da una pattuglia che gli contesta, secondo quanto ricostruito, il mancato funzionamento di uno dei fanalini di coda. La situazione degenera in pochi istanti e il 50enne sottrae il taser dell’agente Michael T. Slager e si dà alla fuga.

Quello che succede dopo è ben documento dal video che trovate in apertura: Slager, in reazione al furto del taser, prende in mano la pistola d’ordinanza e, mentre il 50enne si dà alla fuga, apre il fuoco contro di lui sparando 8 colpi che non lasciano scampo all’uomo.

Il 50enne, padre di quattro figli, si accascia a terra e muore. L’agente ha provato a giocarsi la carta della legittima difesa, spiegando di aver aperto il fuoco perchè temeva che la propria vita fosse in pericolo. Le crude immagini, riprese da un passante e fornite al New York Times dai legali della famiglia dell’uomo, padre di quattro figli, hanno però chiarito tutto.

In un momento storico in cui l’abuso di potere da parte delle forze dell’ordine negli Stati Uniti ha portato e sta portando a rivolte e proteste da una parte all’altra del Paese, questa barbara esecuzione non resterà impunita: l’agente è stato prontamente incriminato. Lo ha annunciato il sindaco della città, Keith Summey:

Quando sbagli, sbagli. E non importa che tu sia un cittadino comune o abbia una divisa. Devi convivere con le decisioni che hai preso.

Del caso si stanno occupando la polizia federale del South Carolina, mentre in parallelo anche l’FBI e il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti hanno aperto un’inchiesta per fare chiarezza non soltanto su questo ennesimo omicidio di Stato, ma anche sui dipartimenti di polizia più in generale, proprio in seguito all’escalation di violenza degli ultimi mesi.

Qui sotto il video integrale, con il momento degli spari e le fasi successive.

omicidio Walter L. Scott

Via | New York Times

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: