Caso Aldrovandi, Giovanardi verso il processo per diffamazione: sì della Giunta del Senato

Le parole incriminate sono quelle relative alla foto di Federico Aldrovandi mostrata dalla madre Patrizia Moretti

Il senatore Ncd-Ap Carlo Giovanardi potrebbe andare a processo per diffamazione aggravata ai danni di Patrizia Moretti, in seguito alle parole pronunciate sul caso Aldrovandi. La Giunta per le Immunità del Senato ha infatti dato parere favorevole a procedere, ora sarà l'aula di Palazzo Madama a votare per confermare o meno la decisione della Giunta.

I fatti risalgono al 30 marzo 2013, quando il senatore è stato ospite del programma radiofonico La Zanzara. Interpellato dal conduttore Cruciani su una foto mostrata tre giorni prima da Patrizia Moretti, madre di Federico Aldrovandi, Giovanardi ha detto: "Quella foto che ha fatto vedere la madre è una foto terribile, ma quella macchia rossa che c'è dietro è un cuscino. La foto è vera, avevano appoggiato la testa su un cuscino. Non è sangue, ma neanche la madre ha detto che è sangue, e neanche lo può dire perché non è così".

L'ex ministro ha poi replicato così alle successive polemiche: "Ho sempre detto che la foto mostrata dalla signora Moretti era vera, altra questione è rappresentata dalle differenti versioni che nel processo e fuori dal processo sono state date di quello che appare nella foto".

L'autorizzazione alla Giunta per le Immunità era stata richiesta dal gip di Ferrara Monica Bighetti. I voti a favore sono arrivati da Pd e M5S mentre quelli a sfavore da Forza Italia, Gal, Ncd e Lega. Il prossimo passaggio sarà quello del voto dell'aula del Senato.

Giovanardi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail