Cremona: denunciati 2 finti ciechi e 5 medici - Video

Secondo le fiamme gialle il danno causato all'Inps dai finti ciechi ammonta a 45.000 euro.

Sono due i falsi ciechi scoperti in provincia di Cremona dai militari della Guardia di Finanza che hanno denunciato anche alcuni medici che avrebbero redatto i certificati che attestavano la cecità dei finti invalidi.

All'Istituto nazionale di previdenza, uno dei due risultava parzialmente cieco, l'altro cieco assoluto: entrambi però si aggiravano con disinvoltura per le strade cittadine e di campagna.

I finti ciechi sono un ex ferroviere, G.T., e un geometra in pensione, F.T.M, tutti e due 72enni. I due anziani sono stati segnalati alla procura della repubblica di Cremona, insieme a cinque medici che ne avrebbero attestato le false invalidità.

Dai controlli e pedinamenti della Gdf è emerso ad esempio che G. T., “cieco parziale ventesimista” - con un visus di 0,5/10 - non portava occhiali da vista e guidava alla grande sia un ciclomotore che una minicar, in città come in campagna.

I finanzieri, in borghese, durante gli accertamenti hanno bussato alla sua porta e con una scusa hanno chiesto all'uomo il numero di telefono del figlio. G.T., ovviamente senza occhiali, ha guardato sulla rubrica del cellulare fornendo al volo il numero richiesto.

Il “cieco totale” F.T.M. invece passeggiava tranquillamente per le strade del paese servendosi di un bastone bianco, ma solo come appoggio - hanno potuto accertare gli investigatori - evitando con cura ostacoli, riconoscendo a distanza le persone e attraversando la strada con scioltezza.

Secondo le fiamme gialle il danno causato all'Inps dai finti ciechi ammonta a 45.000 euro. Ora i due dovranno restituire le somme indebitamente percepite: quasi 18mila euro dal 2010 a oggi per F.T.M. e oltre 27mila dal 1997 a oggi per G.T.

finti ciechi cremona

  • shares
  • Mail