Arezzo: marito e moglie trovati morti in casa, ipotesi omicidio-suicidio

La tragedia si è consumata probabilmente nella notte a Monastero.

Si indaga per omicidio-suicidio a Monastero, frazione collinare di Arezzo, dove marito e moglie sono stati trovati morti in casa la scorsa notte nella villetta in cui viveva la coppia. L'allarme sarebbe stato dato da alcuni familiari.

Sia l'uomo che la donna, rispettivamente di 53 e 51 anni, sarebbero morti per le ferite provocate da da colpi esplosi da un'arma da fuoco, un fucile secondo le prime informazioni.

Le indagini sono condotte dalla polizia di Arezzo, giunta sul luogo della tragedia. Gli investigatoti propendono per la pista dell'omicidio seguito da un suicidio: il costruttore edile Graziano Rossi avrebbe esploso un colpo di fucile contro la moglie, Maria Paola Trippi, che era a letto, forse uccisa nel sonno; poi l'uomo con la stessa arma si sarebbe suicidato.

I corpi dei coniugi si travino adesso all'obitorio dell'ospedale San Donato. Ora si scava nella vita familiare dei due, dai primi accertamenti non sono emersi particolari criticità. Cosa è successo allora ieri sera in quella villetta di Monastero? La coppia lascia tre figli, tra i 20 e i 30 anni.

Omicidio-suicidio Arezzo

  • shares
  • Mail