Barletta, arrestato giovane rapinatore seriale: 3 colpi in 15 giorni

Il giovane è stato arrestato con l’accusa di rapina aggravata e continuata e porto e detenzione abusiva di arma bianca.

arresto Sindaco nardo di pace

Tre rapine nel giro di una manciata di giorni, tutte commesse nella stessa tabaccheria di Barletta tra il 28 gennaio e il 12 febbraio scorsi. Stesso modus operandi: faceva irruzione nel locale col volto coperto e armato di un coltello e costringeva il titolare a consegnargli l’incasso.

L’autore di queste rapine, identificato grazie a una complessa indagine dei carabinieri della Compagnia di Barletta, è un 17enne incensurato di nazionalità albanese.

A lui gli inquirenti sono arrivati dopo l’arresto, lo scorso 12 marzo, di un suo complice, anche lui minorenne, bloccato in flagranza di reato mentre cercava di rapinare una gioielleria di Barletta. Il giovanissimo aveva partecipato anche all’ultimo colpo alla tabaccheria e proprio grazie a quella collaborazione si è arrivati a rintracciare il 17enne albanese.

I tre colpi, secondo quanto ricostruito, avrebbero fruttato al giovane complessivamente circa 700 euro in contanti e decine di gratta e vinci. La refurtiva non è stata recuperata, ma in casa del giovanissimo sono stati rinvenuti gli abiti indossati durante le rapine - ripresi dalle telecamere a circuito chiuso della tabaccheria - e il coltello utilizzato per minacciare il titolare.

Il 17enne, arresto su ordine del gip del Tribunale dei Minorenni di Bari, è stato condotto in carcere con l’accusa di rapina aggravata e continuata e porto e detenzione abusiva di arma bianca.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail