Aversa, Camorra: arrestati due ex sindaci e un imprenditore

Polizia Ponticelli

La Polizia di Stato di Aversa (in provincia di Caserta) ha arrestato questa mattina l'ex sindaco di Gricignano d'Aversa, Andrea Lettieri, il sindaco sospeso di Orta di Atella, Angelo Brancaccio, e l'imprenditore Sergio Orsi. Quest'ultimo era il fratello di Michele, assassinato dal clan dei Casalesi, capeggiato da Giuseppe Setola, nel 2008.

I pm della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, D'Alessio e Milita, ipotizzano accuse molto pesanti nei loro confronti: concorso esterno in associazione mafiosa, turbata libertà nella vendita pubblica di beni e di appalti e corruzione aggravata.

L'inchiesta, che si è avvalsa delle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, rientra nell'ambito della vicenda della GMC (Gricignano Multiservizi). Questa è una società partecipata (a prevalente capitale pubblico), creata nel 2003 dal comune di Gricignano insieme ai fratelli Orsi. La società era addetta alla gestione dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani nei comuni di Gricignano d'Aversa, Orta d'Atella e Grazzanise.

Secondo le accuse, i due ex sindaci, titolari della società intercomunale Multiservizi, sarebbero riusciti ad ottenere favori elettorale e vantaggi di varia natura in cambio dell'affidamento di lavori ad imprenditori legati alla camorra. Inoltre, emergerebbe dall'inchiesta che i fratelli Orsi avrebbero versato cospicue somme di denaro su conti correnti svizzeri facenti capo all'allora sindaco di Orta di Atella. La somma pare sia stata versata in due tranche e risulterebbe essere in totale di circa 330mila euro.

In una recente relazione della Dia, è stato rilanciato l'allarme sulla gestione dei rifiuti, non solo in Campania. Si parla di un grande giro d'affari, saldato a quello delle infiltrazioni negli appalti pubblici. Gli arresti odierni sono un segnale positivo, ma testimoniano anche che c'è ancora molto lavoro da fare.

  • shares
  • Mail