Bolzano, uccide il compagno a coltellate: fermata Ester Quici

La donna, madre di tre figli, ha provato a difendersi sostenendo che il compagno si fosse accoltellato da solo.

carcere italiano

14.00 - Guido Rispoli, capo della Procura di Bolzano, ha parlato in conferenza stampa dopo l’arresto di Ester Quici, confermando le indiscrezioni emerse fin dai primi istanti:

Sulla base delle risultanze raccolte nel corso della notte emerge un quadro omicidario, di cui è responsabile la signora Quici. Ora si tratta di verificare se l'ipotesi prospettata dalla Quici, e cioé di atti di autolesionismo compiuti da lui con lei che interviene per bloccarlo, possa essere compatibile. Saranno indispensabili gli esiti dell'autopsia e dell'ispezione corporale disposti dalla dottoressa Pol.

La donna, intanto, resta in carcere. L’autopsia sul corpo della vittima, il 50enne Alessandro Heuschreckt, originario di Rovereto, è già stata disposta.

10.00 - Una violenta lite in famiglia è finita in tragedia ieri pomeriggio a Bolzano, dove intorno alle 19 una donna di 34 anni, identificata come Ester Quici, ha ucciso a coltellate il compagno in una dinamica ancora da chiarire.

L’uomo, la cui identità non è stata ancora diffusa, è stato soccorso da una vicina di casa allarmata dalle grida in arrivo dall’appartamento al civico 50 di Corso Libertà. Per lui non c’è stato nulla da fare: le circa 20 coltellate che l’hanno raggiunto all’addome non gli hanno lasciato scampo.

In casa, presenti durante l’aggressione, c’erano anche due dei tre figli della coppia, due bimbi di 8 e 10 anni che con ogni probabilità saranno interrogati al fine di ricostruire con precisione l’accaduto.

La donna, infatti, secondo quanto scrive Alto Adige, avrebbe fornito diverse versioni contraddittorie, rivelando in un primo momento che il delitto era stato opera di sconosciuti che si erano introdotti nell’abitazione e, successivamente, suggerendo che l’uomo si fosse accoltellato da solo.

Quici, in attesa che venga fatta chiarezza sulla dinamica, è stato trasferita in stato di fermo nel carcere di Trento.

Del caso si sta occupando il pm Daniela Pol, giunta in serata sul luogo della tragedia insieme alle forze dell'ordine.

  • shares
  • Mail