USA, aggredisce agenti con un machete. Panico all'aeroporto di New Orleans

Paura all'aeroporto di New Orleans: non ancora confermata la morte dell'aggressore, colpito da tre proiettili della sicurezza

Nella serata di ieri si sono vissuti veri attimi di panico all'aeroporto americano di New Orleans, Luis Armstrong International, quando un uomo ha assaltato un posto di controllo della sicurezza armato di machete, prima di essere colpito per tre volte dagli agenti immediatamente intervenuti.

L'uomo si chiamerebbe Richard White, un tassista di 62 anni: avrebbe prima aggredito un addetto ai controlli con uno spray per insetti, salvo poi estrarre un grosso machete dalla giacca per colpire un altro agente della sicurezza ad un braccio.

È cominciato quindi un breve inseguimento all'interno dell'aeroporto, con passeggeri e visitatori visibilmente impressionati, durante il quale l'aggressore è stato colpito da alcuni colpi di arma da fuoco (sembra tre) esplosi da un agente.

Non è chiaro se l'uomo fosse in aeroporto nelle vesti di viaggiatore: secondo una reporter del Boston Globe il suo corpo era immobile in una pozza di sangue ed è stato dato per morto, anche se risulta essere stato trasportato in ospedale.

L'uomo viene descritto dalla polizia come "bianco e con precedenti"; secondo quanto riporta RaiNews oltre all'agente colpito col machete (pare si tratti di una donna), un'altra persona sarebbe rimasta ferita da un proiettile vagante che l'avrebbe presa di striscio. Altre persone sono poi rimaste contuse nel caos seguito all'aggressione e alla sparatoria: molti di quelli che si trovavano nell'aeroporto hanno cercato di scappare o di nascondersi sotto le poltrone.

(in aggiornamento)

Cold Front Chills Southern States

  • shares
  • Mail