Pontedera: ferro di 3 centimetri dentro gelato

Pezzo di ferro di quasi 3 cm dentro il gelato, una bambina di 2 anni e mezzo rischia di ingerirlo. La denuncia dei genitori, che vivono in Toscana.

Chiodo nel gelato

Ferro di 3 centimetri dentro un gelato comprato al supermercato. Fortunatamente, la bimba di due anni e mezzo non lo ha ingerito, ma i genitori hanno denunciato la cosa e chiedono che venga fatta chiarezza. L'episodio è successo a San Frediano a Settimo, vicino a Pontedera, in Toscana. Il padre ha raccontato al Tirreno:

"Mia figlia stava mangiando il gelato e improvvisamente ha cominciato a piangere forte. Mia suocera è intervenuta subito per capire cosa stesse accadendo. La bimba indicava la bocca. Preoccupata, mia suocera ha guardato cosa aveva in bocca e, mentre lo faceva, è spuntato fuori quello che sembrava uno steccolino. Ma quando lo ha preso in mano, è rimasta stupita e mi ha subito chiamato. Non era uno stecco in legno, ma di ferro di circa 2,8 centimetri".

Le conseguenze? Che la bambina ha continuato a lungo a piangere e che non voleva più fare merenda. Ma poteva andare molto peggio. Il pezzo di ferro era dentro una confezione di gelato ai frutti di bosco, acquistata in un supermercato della zona. "Credo sia un fatto estremamente pericoloso e vorrei fare in modo che fosse posta più attenzione da parte del produttore".

Confezione e chiodo sono ancora a casa della famiglia.

"Stiamo pensando a come attivarci anche con l'Asl e i carabinieri. Vorrei sapere come si è potuta verificare una cosa del genere. Forse quel pezzo, finito nel gelato, era su un tavolo durante la lavorazione dell'alimento o è finito in un macchinario insieme alla frutta o a qualche altro ingrediente. Noi chiediamo solo che vengano attivati i controlli necessari a scongiurare che un fatto del genere possa ricapitare. Niente di più".

  • shares
  • Mail