Roma: arrestati 8 esponenti del clan dei Casamonica. Gestivano traffico di usura

Durissimo colpo per il clan Casamonica. Come riporta Il Messaggero, il gip, su richiesta della procura della Repubblica, ha emesso un ordine di custodia cautelare in carcere per otto appartenenti al noto clan attivo a Roma (e con ramificazioni nelle zone di Genzano, Lanuvio e Cerveteri e Nettuno).

Le indagini sono state condotte dalla Squadra Mobile di Roma e hanno avuto una durata di circa due anni. L'attività investigativa ha gettato luce su un collaudato sistema criminale, che aveva la finalità di ricattare noti imprenditori commerciali della Capitale attraverso un giro di prestiti usurari, con interessi abnormi.

La vendita simulata di macchine, orologi di lusso e gioielli serviva a rilasciare i prestiti a fronte di effetti cambiari da parte delle vittime. In un secondo memento, tali effetti, venivano riacquistati dai Casamonica con il pretesto di scalare il debito accumulato.

In questo momento le operazioni della Polizia sarebbero ancora in corso e risulta che sono già state eseguite venti perquisizioni, con l'aiuto di consulenti tecnici nominati dalla procura, nei confronti di sedi legali e indagati di aziende riferibili al clan Casamonica nel territorio della provincia della Capitale.

Il potentissimo clan italo-rom dei Casamonica è presente da anni nelle periferie romane, dove svolge varie attività criminali: estorsione, usura, spaccio di stupefacenti. I loro affiliati hanno avuto anche contatti con la politica locale e sono coinvolti nello scandalo di Mafia Capitale.

Ha fatto molto discutere una foto del 2010, scattata presso il centro policulturale Baobab. In quell'occasione un membro del clan è stato ritratto in una foto con l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e l'allora Presidente della Lega coop Giuliano Poletti, oggi ministro del Lavoro.

Casamonica

  • shares
  • Mail