Svezia, sparatoria in un ristorante a Goteborg. Almeno due morti

La polizia sostiene che non si tratti di un attentato terroristico, ma di un regolamento di conti tra bande criminali.

Mentre il mondo è ancora fortemente scosso per quanto successo ieri a Tunisi, a migliaia di chilometri di distanza, a Goteborg, uomini armati sono entrati in un ristorante e hanno sparato all'impazzata con armi automatiche. È successo ieri sera nel quartiere Hisingen e il locale si chiama Var Krog och Bar. Almeno due persone sono morte, mentre altre otto sono state portate in ospedale, ferite. Tuttavia, la polizia in questo caso non parla di terrorismo, ma di scontro tra bande rivali.

La portavoce della polizia Ulla Brehm, infatti, ha detto:

"Non c'è assolutamente alcun collegamento con il terrorismo"

La zona della città in cui è avvenuta la sparatoria è in effetti legata tradizionalmente a scontri tra bande organizzate. Brehm ha anche detto che è ancora presto per fare delle ipotesi sulle motivazioni della sparatoria, ma dai primi segnali la polizia ritiene di poter pensare che si tratti di un evento connesso alle bande che operano a Goteborg, la seconda città più importante della Svezia.

Un testimone oculare ha rilasciato un'intervista alla tv sedesse SVT e ha detto che gli uomini armati erano due, sono entrati nel ristorante e hanno cominciato a sparare all'impazzata con le loro armi automatiche.
I clienti del ristorante, al momento dell'attacco, stavano guardando una partita in tv.

Sparatoria a Goteborg

Immagine © Google Street View

  • shares
  • Mail