Castenedolo, omicidio di Angela Mura: convalidato il fermo del marito Alessandro Musini

Il marito della donna uccisa è fuggito a bordo della sua Opel Astra grigia, è stato arrestato a ventiquattro ore dall'omicidio di cui è il principale sospettato.

21 marzo 2015 - Alessandro Musini, il 50enne fermato martedì pomeriggio in relazione all’omicidio della moglie Angela Mura, ha preferito avvalersi della facoltà di non rispondere durante l’interrogatorio di convalida del fermo che si è tenuto oggi davanti al gip di Brescia Luca Trigali.

Musini, scappato subito dopo il delitto, era stato fermato al termine di una fuga in auto durata più di 20 ore. Da subito, però, aveva respinto ogni addebito, dichiarandosi innocente. Secondo la sua versione dei fatti, sarebbe stata la vista del cadavere della consorte a spingerlo a fuggire.

Le indagini e gli accertamenti sono ancora in corso.

Castenedolo, 13enne trova la madre morta. Arrestato il marito in fuga

17 marzo - Finisce dopo poco più di ventiquattro ore la fuga di Alessandro Musini, il cinquantenne di origini sarde sospettato dell'omicidio della moglie Angela Mura. La donna era stata ritrovata dal figlio quindicenne senza vita in un appartamento di Castenedolo, con delle ferite al cranio, subito era scattata la caccia all'uomo in tutta la provincia di Brescia. Le indagini coordinate dal sostituto procuratore Piantoni si sono concentrate subito su Musini, alcuni testimoni avevano infatti riferito di averlo visto fuggire a bordo della sua auto, un Opel Astra grigia. L'uomo è stato tratto in arresto poco dopo le 18 e condotto presso il comando provinciale di Brescia, dove sarà sottoposto al primo interrogatorio.

Da quanto si apprende l'uomo è stato segnalato da una testimone che lo ha visto a bordo della sua auto, in zona quartiere Lamarmora a Brescia, che ha subito contattato il 113. Non avrebbe opposto resistenze e sarebbe ora in stato di fermo, probabile la convalida dell'arresto. È stata posta sotto sequestro anche la sua auto che verrà analizzata dalla scientifica alla ricerca di tracce utili alla risoluzione del caso.

Castenedolo, 13enne trova la madre morta. Caccia al padre in fuga

A Castenedolo, nel Bresciano, una donna di 54 anni, Angela Mura, è stata ritrovata morta nella sua abitazione dal figlio di 13 anni. Dalla ferita alla testa riportata dalla vittima, sembra proprio trattarsi di un omicidio e il primo indiziato è il marito, Alessandro Musini, un operaio 50enne che è stato visto dai vicini fuggire a bordo della sua auto, una Opel Astra grigia. L'arma del delitto non è stata ancora trovata.

I carabinieri stanno cercando l'uomo in tutta la provincia, anche mediante l'uso di un elicottero decollato da Orio al Serio e le operazioni sono coordinate dal sostituto procuratore Francesco Piantoni.

Il sindaco del paese, Giambattista Groli, ha detto che si tratta di una famiglia di origine sarda che da un paio di anni vive a Castenedolo e che ultimamente aveva gravi problemi economici, tanto da essere seguita dai servizi sociali.

A trovare il cadavere della donna in una pozza di sangue nella camera da letto, come detto, è stato uno dei due figli, che oggi non è andato a scuola, ma è rimasto a casa perché malato e si è svegliato intorno alle ore 13 facendo la tragica scoperta.

Il padrone della casa in cui abita la famiglia ha detto che i suoi inquilini ultimamente avevano difficoltà a pagare l'affitto, anche se il marito aveva trovato un lavoro. Secondo uno dei compagni di scuola del figlio, i due coniugi erano vicini alla separazione, tanto che proprio oggi la donna avrebbe dovuto incontrare il proprio avvocato.

L'altro figlio della signora Mura ha 20 anni ed è nato da un precedente matrimonio della donna con un uomo morto per un incidente stradale.

Omicidio Castenedolo

  • shares
  • Mail