Torino, arrestato scippatore seriale: "Grazie, non riuscivo a smettere"

I soldi degli scippi finivano spesi in alcolici. Il rapinatore ha confessato di aver fatto 18 colpi in 48 ore.

Uno scippatore seriale è stato arrestato a Torino oggi dai carabinieri. Ha 22 anni e sarebbe già un esperto di questa tecnica di furto secondo quanto raccontato da lui stesso. Il giovane si sarebbe reso protagonista anche di 18 scippi nel giro di 48 ore.


All'atto del fermo lo scippatore avrebbe subito ammesso le sue responsabilità, ringraziando gli stessi militari dell'Arma per averlo individuato:

Grazie, non riuscivo a smettere

L'arrestato prendeva di mira per le strade donne solo che percuoteva e scippava di borse e preziosi davanti a scuole, negozi, centri commerciali, centri estetici ma anche banche, uffici postali, ospedali e cimiteri.

È stato lo stesso ladro a dire agli investigatori di avere colpito 18 volte in due giorni:

Sentivo un impulso irrefrenabile. Vedevo una donna e non riuscivo a trattenermi. Grazie per avermi fermato.

Il ragazzo ha confessato in tutto 25 colpi, alcuni commessi a Rivoli e in altri centri del torinese. L'arrestato si spostava a bordo di Seat Ibiza con targa contraffatta, agli investigatori in caserma ha spiegato che eseguiva gli scippi solo per potersi comprare degli alcolici, di cui sarebbe da qualche tempo dipendente.

scippatore seriale torino

  • shares
  • Mail