14 tonnellate di sigarette sequestrate nel porto di Gioia Tauro (VIDEO)

Il carico di bionde era formalmente destinato al Montenegro.

Sono 14 le tonnellate di sigarette con false indicazioni di origine e qualità sequestrate oggi nel porto di Gioia Tauro dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e da funzionari dell'Agenzia delle Dogane.

Il carico di bionde recante gli stemmi di vari marchi non censiti secondo i documenti di accompagnamento sarebbe dovuto finire in Montenegro ma per le Fiamme gialle era pronto per essere immesso sul mercato nazionale.

Le sigarette si trovavano in un container proveniente dagli Emirati Arabi Uniti e da Gioia Tauro sarebbero state diffuse illecitamente sul territorio italiano secondo gli inquirenti.

È stato grazie a complessi incroci documentali e dai successivi controlli che il personale della Dogane e quello dell'Agenzia delle Entrate hanno individuato e quindi posto sotto sequestro il carico di sigarette di contrabbando.

In questo tipo di sigarette, non sottoposte agli standard europei di qualità, è facile rilevare nell'impasto livelli di nicotina, catrame, monossido di carbonio, piombo, cadmio e arsenico molto più elevati di quelli presenti nelle sigarette prodotte con criteri europei.

Il carico di bionde è stato perciò sequestrato per il reato di frode nell'esercizio del commercio e vendita di prodotti industriali con segni mendaci. L'operazione è stata coordinata dalla procura della Repubblica di Palmi (RC).

Schermata 03-2457098 alle 10.37.31

  • shares
  • Mail