Chi è Ercole Incalza, ex dirigente del ministero delle Infrastrutture arrestato per corruzione

È rimasto al ministero delle Infrastrutture per 14 anni.

Ercole Incalza, arrestato questa mattina nell'ambito dell'inchiesta sulle tangenti per gli appalti pubblici delle Grandi opere, è stato un dirigente del ministero delle Infrastrutture per 14 anni. Vi è arrivato come capo della segreteria tecnica di Pietro Lunardi durante il governo Berlusconi nel 2001 e se ne è andato solo da pochi mesi, dopo che le voci su di lui sono diventate sempre più insistenti e si è saputo delle indagini sul suo conto da parte della Procura di Firenze.

Dopo Lunardi, è rimasto al ministero delle Infrastrutture per i successivi governi, dunque anche durante il ministero di Antonio Di Pietro nel governo Prodi, quello di Altero Matteoli con il nuovo governo Berlusconi, quando è stato anche promosso come capo struttura di missione, poi ancora con Corrado Passera durante il governo Monti e con Maurizio Lupi, ministro sia nel governo di Enrico Letta sia in quello di Matteo Renzi. A gennaio è andato via e ha lasciato il posto a Paolo Emilio Signorini, ma è comunque rimasto come consulente esterno.

Contro di lui si sono scagliati i deputati del Movimento 5 Stelle che, mentre era ancora in carica, hanno presentato una interrogazione parlamentare chiedendone le dimissioni perché il suo nome era stato fatto durante le intercettazioni delle inchieste sul Mose e sull'Expo, oltre a essere indagato per la Tav di Firenze, ma Lupi lo ha sempre difeso.

Intanto dalle pagine del Corriere della Sera, a firma Fiorenza Sarzanini, emergeva la storia di una casa comprata dal genero a Roma con una parte del prezzo pagata a insaputa dell'acquirente, come fu per la famosa casa al Colosseo dell'ex ministro Claudio Scajola, ossia usando ben 520mila euro messi a disposizione dal costruttore Diego Anemone, al centro del caso sulla cricca degli appalti per i grandi eventi gestiti dalla Protezione civile. E il genero si vantava anche di aver fatto l'affare grazie a suo suocero.

Ercole Incalza è originario di Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi, e ha compiuto settant'anni lo scorso 15 agosto. Si è laureato in ingegneria edile nel 1972 all'Università di Palermo sin Architettura presso lo stesso ateneo due anni dopo. È stato poi assistente presso la cattedra di Architettura tecnica presso la facoltà di Ingegneria sempre a Palermo e ha vinto una borsa di studio e poi un contratto quadriennale come ricercatore presso l'istituto di Urbanistica sempre della facoltà di Ingegneria palermitana.

Ercole Incalza

Foto © Meeting Rimini

  • shares
  • Mail