Pakistan, attentato contro due chiese a Lahore

Probabili attacchi kamikaze in due chiese a Lahore, Pakistan: morti e feriti

Aggiornamento 18.33 - Secondo l’ultimo bilancio del direttore sanitario provinciale, Zahid Pervaiz, citato dal Corriere della Sera, le vittime dell'attentato alle due chiese cristiane di Lahore in Pakistan sono almeno 15 e i feriti 78, di cui una trentina in gravi condizioni. Tra le vittime ci sono anche donne e bambini.

Nel corso dell'Angelus di questa mattina anche Papa Francesco si è detto addolorato per il duplice attentato pakistano, dedicando un passaggio del suo discorso alla tragedia di Lahore:

"Con dolore, con molto dolore ho appreso degli attentati terroristici contro due chiese cristiane a Lahore in Pakistan, che hanno procurato molti morti e feriti. Sono chiese cristiane [...] i cristiani sono perseguitati, i nostri fratelli versano il sangue soltanto perché sono cristiani.
Mentre assicuro la mia preghiera per le vittime e le loro famiglie, chiedo il dono della pace e la concordia per quel Paese e che questa persecuzione contro i cristiani, che il mondo cerca di nascondere, finisca e ci sia la pace".

ha detto Papa Francesco.

PAKISTAN-UNREST-RELIGION-CHRISTIANS

15 marzo - Secondo quanto scrive il sito della tv pachistana Dawn Tv numerose esplosioni, probabilmente provocate da terroristi kamikaze, hanno colpito due chiese, di cui una cattolica, affollate per la messa domenicale nella città pachistana di Lahore, provocando almeno 11 morti e 48 feriti.

I due attentati sono stati rivendicati dai talebani pachistani di Jamaat ul Ahrar (JuA). Il portavoce Ihsanullah Ihsan avrebbe spiegato via email che tali attacchi continueranno "fino a quando la sharia non sarà imposta nel Paese".

Secondo Saeed Soban, dirigente del General Hospital di Lahore citato da Corriere.it, i morti dell’attacco dei talebani sarebbero undici, mentre i feriti sono 48, di cui 30 in gravi condizioni, ma i numeri sono in continuo aggiornamento.

"Ero seduto in un negozio vicino alla chiesa, quando un’esplosione ha scosso la zona. Mi sono precipitato sul posto e ho visto una guardia di sicurezza lottare con un uomo che stava cercando di entrare nella chiesa. Dopo che non è riuscito nel suo intento, si è lasciato esplodere"

racconta Amir Masih, un testimone oculare, ai media pakistani. L'azione della guardia di sicurezza sarebbe stata dunque fondamentale per mitigare l'effetto di almeno una delle esplosioni, avvenute a pochi minuti di distanza, in un quartiere a maggioranza cristiana.

Una ha colpito una chiesa cattolica mentre si celebrava la messa, e l’altra una chiesa protestante. I due edifici di culto distano pochi metri l’uno dall’altro.

(in aggiornamento)

Foto | Sputnik su Twitter

CAH-bx_VIAAe-AV

  • shares
  • Mail