Trapani: violenta bambina di quarta elementare, bidello in manette

Un bidello è stato arrestato con l'accusa di abusi nei confronti di una bambina di quarta elementare in provincia di Trapani.

Un operatore scolastico di 59 anni è stato arrestato dai carabinieri di Trapani per aver compiuto abusi sessuali ai danni di una bambina di quarta elementare, di un istituto che si trova in una frazione del capoluogo siciliani. L'indagine è scattata dopo la segnalazione fatta ai carabinieri da parte dei genitori della vittima. Ed è stata coordinata dalla procura di Trapani.

L'alunna aveva descritto ai genitori "le particolari attenzioni che l'uomo le aveva rivolto più volte". A quel punto, i carabinieri hanno iniziato a indagare anche con riprese video e audio. Fino all'arresto. Il bidello è stato sorpreso mentre palpeggiava, baciava e afferrava la bambina, dopo averla seguita nell'antibagno. Ora, l'uomo - residente in provincia di Trapani - è rinchiuso nel carcere San Giuliano.

L'intervento tempestivo dei carabinieri è stato possibile proprio grazie all'installazione delle telecamere, anche nei bagni della scuola. Ma contro l'operatore scolastico ci sono anche altre intercettazioni e immagini. Naturalmente, oggi nell'istituto - ma anche in tutta la città di Trapani - si commenta con inquietudine e incredulità ciò che è successo.

La scuola, che dovrebbe essere il luogo deputato alla crescita sana di bambini e bambine, era invece il posto più insicuro per una bambina che, se non altro, adesso non dovrà più avere paura dell'orco. Nella sua anima, però, resteranno le immagini di ciò che le è capitato. Quelle, purtroppo, incancellabili. Dalla magistratura, dalla scuola e da chi un giorno s'innamorerà di lei. In modo sano.

Trapani

  • shares
  • Mail