Napoli, abusa del figlio 11enne e prova a venderlo su Internet

L’uomo, al momento dell’arresto, avrebbe ammesso tutto. Ora si trova rinchiuso nel carcere di Poggioreale.

Avrebbe violentato ripetutamente il figlio di undici anni nel corso degli ultimi dodici mesi e poi avrebbe deciso di concedere il bimbo ad altri pedofili, arrivando addirittura a mettere un annuncio su Internet per cercare gente disposta a pagare.

Per questo un uomo residente alla periferia di Napoli è stato arrestato e condotto nel carcere di Poggioreale in attesa che le indagini facciano il loro corso. E’ il Mattino a dare conto dell’accaduto, spiegando che l’uomo avrebbe confessato già al momento dell’arresto e che la moglie, una volta scoperto cosa stava accadendo in casa, sarebbe svenuta.

Il tentativo dell’uomo di ricerca di potenziali pedofili è stato intercettato dagli agenti del nucleo tutela minori della polizia municipale di Napoli, che da lì hanno avviato le indagini e scoperto gli abusi che il piccolo era costretto a subire da tempo.

Un agente sotto copertura si è finto interessato all’offerta dell’uomo ed è riuscito a ottenere il suo numero di telefono. Da lì si è arrivati alla sua identità e il resto è stato piuttosto semplice.

La giovane vittima, secondo quanto scrive il quotidiano, in un primo momento avrebbe taciuto, ma alla fine sarebbe riuscito a parlare delle cose strane che suo padre lo costringeva a fare.

carcere_poggioreale

(nel video il presunto pedofilo arrestato a Caivano lo scorso dicembre)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail