Ferrovie Nord Milano: manager sospettati di peculato

Spese pazze con i soldi di Ferrovie Nord Milano? La Procura indaga

ITALY-TRANSPORT-TRAIN

Il pubblico ministero Giovanni Polizzi della Procura di Milano sta indagando su alcune presunte "spese pazze" che sarebbero da attribuire ai manager di Ferrovie Nord Milano, SPA quotata in borsa il cui capitale azionario è per larghissima maggioranza pubblico (57% Regione Lombardia e 14,5% di Ferrovie dello Stato). L'ipotesi di reato formulata dal PM è quella di Peculato (e non di appropriazione indebita) in quanto FNM è una società in house e dunque i suoi manager svolgono la funzione di pubblico ufficiale.

Le spese contestate sono le più varie, a partire dai rimborsi per ristoranti-bar, passando per quelle di viaggio e alloggio in caso di trasferta, per finire con le "disposizioni/autorizzazioni/risarcimento" a vario titolo. Nei giorni scorsi è stato anche disposto un controllo da parte dei Carabinieri nella sede di FNM, per prendere visione di diversi documenti utili a ricostruire le presunte spese illegittime che i manager avrebbero addebitato alla società a partire dal gennaio 2011 fino ad arrivare ai primi giorni del marzo 2015.

Gli inquirenti sono inoltre convinti che qualche manager di FNM abbia pagato alcune multe personali con i soldi della società, giustificandole come "spese relative a sanzioni amministrative pagate dalla società". L'apertura dell'indagine della Procura risale solo allo scorso 9 febbraio e per il momento non sono stati fatti direttamente i nomi dei presunti responsabili, così come non si conosce l'ammontare complessivo della somma di denaro che sarebbe stata utilizzata per scopi personali dai dirigenti di FNM.

Nel mirino ci sono anche le spese telefoniche addebitate alla società, così come quelle per l'utilizzo di auto aziendali e carte di credito. Gli inquirenti sono convinti che i manager abbiano usufruito di questi beni - messi a loro disposizione per le attività societarie - con finalità private.

  • shares
  • Mail