Pavia, 50enne uccide a coltellate una prostituta e tenta il suicidio

L'uomo si trova ricoverato in ospedale, piantonato dagli agenti di Pavia.

ospedale a pavia

Omicidio in un appartamento alla periferia di Pavia, un delitto che si è consumato intorno alle 22 di ieri per motivi ancora da chiarire nell’abitazione di una prostituta 30enne di origine albanese.

L’assassino è un cittadino italiano di 50 anni, recatosi all’appuntamento armato di coltello. L’uomo, in una dinamica ancora al vaglio degli inquirenti, si è avventato sulla giovane e l’ha colpita più volte con l’arma, poi ha rivolto il coltello contro se stesso e si è ferito in più parti del corpo.

A lanciare l’allarme è stata la giovane vittima, deceduta però prima dell’arrivo dei soccorsi a causa delle lesioni riportate. Ferito in modo non grave, invece, il 50enne, che è stato prontamente trasportato al Policlinico San Matteo di Pavia, dove si trova ora ricoverato piantonato dagli agenti.

Al momento non è chiaro cosa sia accaduto con precisione, cosa abbia spinto l’uomo ha uccidere la 30enne e tentare di togliersi la vita, né se il carnefice conoscesse la sua vittima e l’avesse incontrata più volte.

Del caso si sta occupando il sostituto procuratore di Pavia Paolo Mazza.

  • shares
  • Mail