Cosenza: a 5 mesi sola in casa, soccorsa dalla polizia

La polizia di Cosenza salva una bimba di cinque mesi, lasciata per diverse ore sola in casa a Rende.

Era sola in casa, digiuna e senza riscaldamento. La polizia di Rende, in provincia di Cosenza, ha soccorso una bambina di appena cinque mesi, praticamente abbandonata dai genitori romeni. Che l'avevano lasciata a casa per diverse ore senza nessun adulto accanto. La situazione è stata scoperta casualmente dagli agenti.

La madre della piccola, infatti, è stata trovata a Cosenza in seguito a una denuncia per aggressione. Siccome era già conosciuta ai poliziotti, le è stato chiesto dove fosse la bambina. Saputo dov'era, è scattato l'intervento. Portata all'ospedale dell'Annunziata, la bimba ora sta bene, ma nel sangue le è stato riscontrato un tasso di glicemia molto basso. I due genitori sono stati denunciati per abbandono di minore.

La prima parte della storia inizia dunque alle 21.30 di sabato scorso. Una pantera della polizia, a Cosenza, va in via Popilia dove è stata segnalata una donna in lacrime. Viene allertato il 118, che accerta come la giovane sia ubriaca. Viene caricata sull'ambulanza e portata all'ospedale Annunziata di Cosenza. Si cerca qualcuno che la conosca. Poi, è la stessa romena a dire all'assistente capo della polizia, Luciana Maiolino, di andare a Rende perché lì - da sola da diverse ore - c'è la figlia.

Quando la Volante arriva, appura che più che di una casa si tratta di un tugurio. Un buco di pochi metri quadrati, senza finestre, senza luce e senza una stufa. Dentro la culla c'è la bambina, che piange per la fame e per la paura. Il resto della storia è già cronaca: la piccola è stata curata e ora è tornata in perfetta forma. La sua situazione familiare, purtroppo, avrebbe bisogno di ben altro.

Neonata

  • shares
  • Mail