Giappone, uccide a coltellate 5 persone

I fatti avvenuti nell'ovest del Paese, vicino l'abitazione dell'omicida: ignote le cause del gesto

Cinque persone sono state uccise da un uomo armato di coltello nella città di Sumoto, nelle isole Awaji, prefettura di Hyogo, nell’ovest del Giappone; un'uomo, un quarantenne disoccupato, è stato arrestato dalla polizia e avrebbe già confessato, secondo quanto fanno sapere i media locali.

Non si conosce ancora il motivo dell’aggressione.

Secondo le prime ricostruzioni il 40enne avrebbe ucciso a coltellate cinque persone (tutti over 50) in due appartamenti nei pressi della sua abitazione: stando a quanto riferito dal quotidiano nipponico Asahi Shimbun i cadaveri di due donne e di un uomo sarebbero stati trovati nella stessa abitazione mentre i corpi senza vita di una coppia di anziani sarebbero stati trovati in un altro appartamento poco distante.

I media giapponesi, stando a quanto riporta la Bbc, avrebbero rivelato il nome dell'uomo: si tratterebbe di un certo Tatsuhiko Hirano, fermato con i vestiti ancora sporchi di sangue e autoaccusatosi dell'insano gesto; secondo Jiji Press l'uomo vivrebbe con la propria famiglia nei pressi del luogo dove è avvenuta la strage e sarebbe stato descritto come molto schivo e riservato.

Keizo Okumoto, capo della polizia di Sumoto, ha spiegato alla stampa che crimini del genere nella cittadina (40mila abitanti) sono piuttosto rari e che anzi un fatto del genere potrebbe letteralmente "sconvolgere" la tranquilla comunità.

(in aggiornamento)

JAPAN-CRIME

  • shares
  • Mail