'Ndrangheta, arresti a Vibo Valentia

Sono in corso da questa mattina una serie di arresti a Vibo Valentia, Milano e Bologna, al termine di un'indagine nei confronti di presunti appartenenti alla cosca Piscopisani

Sono in corso da questa mattina una serie di arresti da parte della Polizia a Vibo Valentia, Milano e Bologna, al termine di un'indagine nei confronti di presunti appartenenti alla cosca Piscopisani, in lotta con la famiglia Patania di Stefanaconi per il controllo delle attività illecite in provincia di Vibo.

Tra i destinatari dei provvedimenti anche i presunti responsabili dell'omicidio del boss Fortunato Patania, il capo della cosca ucciso a Vibo nel settembre del 2011, che diede origine alla faida tra le due famiglie.

Quelli di stamattina sono il prosieguo di un'altra ondata di arresti cominciata lo scorso 4 marzo: tre le persone arrestate dalla Squadra mobile, con il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, per due diversi omicidi avvenuti a Lamezia Terme tra il 2003 e il 2008 nell’ambito di una sanguinosa faida tra le contrapposte cosche Giampà e Cerra-Torcasio-Gualtieri.

I due episodi furono commessi uno per strada nel centro di Lamezia Terme e l’altro all’interno di un parcheggio di un frequentatissimo supermercato. Uno degli arrestati, accusato di essere il mandante di uno degli omicidi, è titolare di una rinomata attività di ristorazione e bar-pasticceria proprio a Lamezia Terme.
A carico di uno degli arrestati viene contestato il reato di estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un esercente commerciante.

Blitz

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail