Taranto: maltratta alunni, arrestata maestra

Arrestata in flagranza di reato una maestra di 64 anni, che maltrattava e picchiava gli alunni di una scuola dell'infanzia a Taranto.

E' stata ammanettata in classe, scoperta in flagranza di reato. Una maestra di 64 anni di una scuola dell'infanzia di Taranto, infatti, maltrattava i suoi alunni. E la Squadra Mobile era stata avvertita dalle denunce dei genitori. Il reato è maltrattamento aggravato di minori sottoposti alle cure dell'insegnante. Che, per far rigare dritti i suoi bambini, usava il pugno duro. Durissimo.

Le indagini sono cominciate un mese fa, dopo le segnalazioni di alcune mamme e di alcuni papà che lamentavano lo stato di malessere e di disagio, attribuibili agli atteggiamenti vessatori tenuti nei loro confronti da una delle maestre, nel quale si trovavano i figli in tenera età. I bambini, in particolare, in casa erano sempre agitati e opponevano un netto rifiuto alla frequentazione dell'ambiente scolastico.

Sono iniziati gli accertamenti. E gli investigatori hanno potuto documentare le condotte illecite da parte della maestra. Negli ultimi giorni, la situazione era addirittura precipitata, tanto da costringere gli agenti a intervenire con il provvedimento restrittivo nei confronti della donna. Al termine delle formalità di rito, la docente è stata accompagnata presso il proprio domicilio, in regime di arresti domiciliari.

Nel momento in cui gli agenti si sono presentati in classe, la maestra era intenta a picchiare un alunno. Cosa che pare facesse spesso, nonostante la giovanissima età dei frequentatori dell'asilo nido. L'esposto presentato dai genitori è dell'autunno scorso. Praticamente, la 64 enne dall'inizio dell'anno scolastico maltrattava chi aveva a tiro in classe. Forse in preda a un esaurimento nervoso.

Asilo nido

  • shares
  • Mail