Torino, sesso in discoteca, altri 4 ragazzi indagati

La ragazzina era stata ripresa di nascosto nel bagno di un noto locale torinese "da soggetti ancora in corso di identificazione" spiega la Polposta in una nota.

Aumenta  il numero degli indagati nel caso del video di sesso di una sedicenne girato in un bagno di una discoteca di Torino e condiviso su Facebook nei giorni scorsi.
Altri quattro ragazzi, due maggiorenni e due minorenni, sono stati denunciati dalla polizia postale di Torino; in questo modo gli indagati - al momento -  sale ad otto, ma le indagini proseguono per accertare eventuali altre responsabilità.

Il reato ipotizzato è quello di diffusione di materiale pedopornografico per la diffusione del video sui social network, dove intanto è stato oscurato dalla polizia postale.

Torino, sesso in discoteca. Su Facebook in video una 16enne: "Indovina chi è?"


Martedì 3 marzo 2015

Hanno ripreso con uno smartphone una ragazza che faceva sesso nei bagni di una nota discoteca torinese, poi hanno pubblicato il video su Facebook con un titolo in testa al post:

"Indovina chi è?"

La ragazza in questione è una minorenne di 16 anni che dopo aver visto circolare in rete il video ha presentato regolare denuncia.

Oggi la polizia postale e delle comunicazioni di Torino ha eseguito perquisizioni e sequestri a carico di 4 maggiorenni ritenuti colpevoli di detenzione e diffusione di materiale pedopornografico.

La sedicenne, residente in città, era stata ripresa di nascosto nel bagno di una discoteca "da soggetti ancora in corso di identificazione" spiegano gli agenti in una nota.

Le persone perquisite stamattina non sarebbero quindi gli autori del video ma lo avrebbero ricevuto da chi lo ha fatto quella notte in discoteca e poi condiviso sui propri profili Facebook, per oltre 3000 “amici”.

Si è quindi attivata, spiega la polizia:

"una vera e propria gara alla pubblicazione di commenti, perlopiù osceni e diffamatori nei confronti dell’adolescente che è divenuta oggetto del 'gioco dell’indovina chi è' in una caccia morbosamente organizzata sul predetto social network dove è stata altresì aperta una pagina intitolata 'i bagni di...' riportando il nome del noto locale; poi la sedicenne è stata pubblicamente indicata con nome, cognome e fotografie estrapolate dal suo profilo Facebook".

La ragazzina la scorsa settimana ha sporto denuncia alla polizia postale e delle comunicazioni di Torino che dopo gli accertamenti ha individuato quantomeno chi era in possesso dei video in questione se non proprio o non ancora gli autori.

Agli indagati sonno stati sequestrati cellulari, dispositivi informatici e anche i loro profili Facebook:

"Le perquisizioni informatiche sul posto hanno inoltre permesso di rinvenire elementi attinenti ai reati contestati ed utili all’ulteriore sviluppo delle indagini, L’utilizzo di internet, fin troppo disinvolto e inconsapevole dei rischi da parte dei minori, è alla base delle campagne educative che la Polizia postale e delle comunicazioni porta avanti da anni nelle scuole di ogni ordine e grado"

spiegano ancora dalla Polposta.

Video sesso disco Torino

  • shares
  • Mail