Napoli, camorra: 50 arresti nei clan di Forcella

Arrestati membri dei clan Ferraiuolo-Stolder e Del Prete, in lotta tra loro per il controllo degli illeciti a Forcella.

Sono circa 50 gli arresti eseguiti a Napoli in un blitz contro i clan camorristici di Forcella, i Ferraiuolo-Stolder e i Del Prete, quest'ultimo legato al clan Mazzarella, in lotta tra loro per l'egemonia sugli affari illeciti nel quartiere partenopeo del centro storico.

Ad eseguire l'operazione i carabinieri del Nucleo investigativo e gli agenti della Squadra mobile di Napoli. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei presunti affiliati ai clan Ferraiuolo-Stolder e Del Prete sono stati emesse dal gip del tribunale di Napoli su richiesta della locale direzione distrettuale antimafia.

La accuse mosse a vario titolo agli indagati vanno dall'associazione di tipo mafioso, all'associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, fino all'omicidio, l'estorsione, il porto e la detenzione di armi comuni e da guerra.

Il Mattino scrive che tra i nomi dei destinatari dei provvedimenti restrittivi c'è anche quello di Gianmarco Lambiase, il 21enne con precedenti penali ucciso domenica sera in un circolo ricreativo del quartiere napoletano di Ponticelli.

Lambiase, secondo gli inquirenti era un affiliato al clan Del Prete, in faida con i Ferraiuolo-Stolder. Domenica mattina contro la casa del padre, a Forcella,
erano stati sparati dei colpi d'arma da fuoco.

Il ragazzo forse si era spostato a Ponticelli proprio temendo un agguato nei suoi confronti, mai sicari evidentemente erano ben informati sui suoi movimenti tanto da raggiungerlo e ucciderlo.

(in aggiornamento)

Arresti Forcella napoli

  • shares
  • Mail