Caserta, uccide il fratello e sua figlia e si toglie la vita

L’uomo si è ucciso in strada dopo aver massacrato suo fratello e la figlia.

omicidio a San Cipriano d'Aversa

Tragedia in famiglia a San Cipriano d’Aversa, in provincia di Caserta, dove nel tardo pomeriggio di oggi un uomo ha ucciso a colpi di fucile il fratello e sua figlia prima di scendere in strada e togliersi la vita allo stesso modo.

I contorni di questa nuova tragedia familiare sono ancora da definire, quello che certo che i militari giunti sul posto hanno trovato in un primo momento il cadavere di Mario Capoluongo in strada, poi hanno scoperto gli altri due corpi senza vita all’interno dell’abitazione.

Secondo una prima ricostruzione, Mario Capoluongo, 74 anni, avrebbe fatto irruzione nell’abitazione del fratello Antonio Capoluongo, 65 anni, e, nel corso di una lite, avrebbe ucciso l’uomo e sua figlia Ersilia, 47 anni, a colpi di fucile. Poi, forse in preda al rimorso, una volta uscito dall’abitazione ha puntato l’arma contro se stesso e si è tolto la vita sparandosi alla tempia.

Oscuri i motivi di questo folle gesto. Del caso si stanno occupando le forze dell’ordine locali.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail