Napoli, agguato a Ponticelli: ucciso il 21enne Gianmarco Lambiase

L'agguato potrebbe esser stato ordinato da uno del clan rivali dei Mazzarella.

Agguato mortale a Napoli, all’interno di un circolo ricreativo del quartiere Ponticelli. Gianmarco Lambiase, 21 anni, è stato freddato a colpi di pistola intorno alle 21.30 di ieri, quando due uomini armati hanno fatto irruzione nel circolo e hanno aperto il fuoco contro di lui.

Nessun’altra persona è rimasta ferita nell’agguato, chiaro segnale che il giovanissimo fosse il reale destinatario dell’attentato. Le condizioni del 21enne erano parse gravissime fin dai primi istanti, tanto che la stampa locale lo aveva dato per morto.

Lambiase, giunto in gravissime condizioni all’ospedale Loreto Mare, è stato dichiarato clinicamente morto solo questa notte, quando il suo cuore ha smesso di battere.

L’esecuzione, secondo quanto ricostruito finora dagli inquirenti, sarebbe collegata alla criminalità organizzata. Lambiase, già vittima di un agguato pochi mesi fa, apparteneva a una famiglia legata al clan camorristico dei Mazzarella, attivo dagli anni ’50 in diverse aree del capoluogo campano.

Non si esclude che l’omicidio del giovane - e anche il tentato omicidio avvenuto in passato - sia stato ordinato e portato a termine da uno dei gruppi rivali del clan. Del caso si stanno occupando i carabinieri della compagnia di Napolo Poggioreale.

Agguato nipote boss

(in apertura l'operazione contro il clan Mazzarella del novembre scorso)

  • shares
  • Mail