Brooklyn: il faccendiere Raffaello Follieri non si trova bene in carcere

follieri

Il faccendiere italiano più famoso d'America, Raffaele Follieri, condannato a quattro anni e 6 mesi di carcere per truffa, trasferimento illecito di denaro e riciclaggio, non se la sta passando tanto bene in carcere ed ha fatto scrivere al giudice John Koeltl dal suo legale, chiedendo di essere trasferito in un'altra struttura.

Nella lettera, datata 10 novembre, l'avvocato Flora Edwards fa notare al giudice come la situazione al Metropolitan Detention Center (MDC) di Brooklyn non sia compatibile col suo cliente che sta significativamente deperendo di giorno in giorno.

Il signor Follieri mi ha riferito che è costretto a riposare in un dormitorio senza finestre con altri 120 detenuti. Dice che non può mangiare perchè il cibo è quasi sempre avariato e che le condizioni dei servizi sanitari sono precarie (ci sono escrementi nella doccia e topi che girano liberamente per l'edificio). L'odore è insopportabile. Ha avuto la febbre per due settimane, ha segnalato la presenza di sangue nelle urine e ultimamente soffre di problemi intestinali.

Come riportano anche i nostri amici di Gossipblog, il 29enne Follieri sembra essersi reso conto solo adesso che il carcere non è esattamente un hotel a cinque stelle. Ma si sa, sono gli "inconvenienti" che capitano quando si cerca di fare i furbetti.

la lettera dell\'avvocato
la lettera dell\'avvocato
follieri

Via | The Smoking Gun

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: