Roma, rissa al bar: giovane ferito con una chiave conficcata in testa

Arrestati in quattro. Per uno l'accusa è di tentato omicidio.

Polizia Roma

Rissa in un bar di Roma a San Basilio, quartiere periferico già noto alle cronache come "il fortino del crimine". Il tutto è avvenuto alle primissime ore del mattino, le 5.30, quando una discussione è degenerata in una selva di botte che ha coinvolto anche i poliziotti intervenuti per bloccare i quattro coinvolti nella rissa.

Uno di loro, un 19enne romano, è rimasto ferito ed è stato trasportato in ospedale: era rimasto con la chiave di un auto conficcata in testa, all'altezza del sopracciglio. Nonostante le aggressioni, i poliziotti sono riusciti a sedare le rissa e ad arrestare i quattro, si tratta di D.J. di 32 anni e S.J. di 33 anni, entrambi albanesi, e S.F. 36enne rumeno.

Tutte persone con precedenti penali, portate negli uffici della polizia e poi arrestate: le accuse sono di rissa aggravata, lesioni, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L'ultimo dei tre, di nazionalità rumena, dovrà però rispondere anche di tentato omicidio: è stato lui a colpire il 19enne con le chiavi della macchina.

Una quinta persona è invece riuscita a scappare all'arrivo della polizia ed è ora ricercata; i due poliziotti invece, terminato il lavoro, sono dovuti ricorrere a cure mediche per via di alcune lesioni riportate.

  • shares
  • Mail