Georgia: entra in casa dell'ex moglie e uccide 5 persone

Un uomo è entrato in casa dell'ex moglie e ha ucciso quattro persone, prima di suicidarsi. Tra le vittime forse anche un bambino. L'episodio è avvenuto vicino ad Atlanta.

Strage familiare ad Atlanta, in Georgia: un uomo è entrato in casa dell'ex moglie e ha sparato all'impazzata, facendo cinque morti e due feriti. Tra le vittime ci sarebbe anche un bambino. Secondo fonti della stampa locale, tra le persone morte ci sarebbe anche l'autore degli spari. L'episodio è avvenuto a Douglasville, sobborgo di Atlanta.

Lo sceriffo della conta di Douglas, Glenn Daniel, ha detto che le vittime non sono state ancora tutte identificate e non è chiaro quale fosse il grado di parentela con l'assassino. Apparentemente, quest'ultimo si è suicidato dopo aver compiuto la strage. La polizia era stata allertata ieri nel primo pomeriggio quando i vicini della donna hanno udito gli spari e si sono precipitati in aiuto della famiglia, in attesa che arrivassero i soccorsi.

L'uomo armato ha fatto fuoco contro sette persone. Sarebbe stata fermata pure la sorella dell'uomo armato, che continuava a ripetere: "Mio fratello non avrebbe mai dovuto tenere quella pistola". Tra le vittime dell'uomo c'è pure la ex moglie, ha fatto sapere la polizia locale. Alcune delle persone contro cui è stata rivolta la pistola si trovavano fuori dall'abitazione e sono state ugualmente freddate.

Il movente della strage potrebbe essere la gelosia. Tra i morti c'è infatti anche il nuovo boyfriend dell'ex moglie dell'autore degli spari. Lo sceriffo della contea ha dichiarato che questo è stato il peggior episodio a cui abbia mai assistito nei suoi 38 anni di servizio. E non si fa fatica a crederci. Di sicuro, è stata una strage progettata nei minimi dettagli.

Strage Georgia

  • shares
  • Mail