Amiata: confessa l'assassino di Silvana Abate Francescatti

casa di Silvana AbateSi è fatto avanti e ha confessato di essere stato lui a togliere la vita all'ex imprenditrice 72enne Silvana Abate Francescatti, uccisa a coltellate il 10 luglio scorso nella sua villa a Montelaterone, sul Monte Amiata.

Il suo nome è Aldo Staiani, 27enne residente ad Arcidosso, che ha ammesso di essersi intrufolato in casa della signora Francescatti a scopo rapina, ma di essere stato sorpreso dalla donna che non ne ha voluto sapere di lasciarlo andare impunito. Così, dopo averla supplicata di non chiamare le autorità, le è saltato addosso e l'ha pugnalata fino ad ucciderla.

Questa la dichiarazione del suo avvocato difensore:

«L'idea del furto nasce dalla difficoltà di arrivare a fine mese del mio cliente, incensurato, sposato, con un figlio di due anni e mezzo, un altro in arrivo. Una famiglia monoreddito, un stipendio di poco più di mille euro di cui oltre 400 se ne andavano per l'affitto. A volte venivano aiutati dalla famiglia di lui. Ha pensato di risolvere i suoi problemi con un colpo che sembrava semplice»

Via | MaremmaNews

  • shares
  • Mail