Taranto: stalker arrestato, annunci a luci rosse su Facebook

Arrestato a Taranto un 29 enne, accusato di stalking nei confronti di una ex collega di lavoro. L'uomo era già ai domiciliari per aver investito la sua vittima nel marzo scorso.

Un uomo è stato arrestato a Taranto con l'accusa di fare stalking ai danni di una donna di 15 anni più grande di lui. Ventinove anni, l'autore delle minacce, delle percosse e delle lesioni, era già ai domiciliari dal marzo scorso per aver investito, con l'auto, la vittima delle sue avance (non ricambiate).

Sono stati i carabinieri della stazione di Statte - in collaborazione con la Sezione di polizia giudiziaria presso la procura jonica - a notificare il provvedimento di custodia cautelare in carcere, emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Taranto, Vilma Gilli, che ha accolto la richiesta del sostituto procuratore Lanfranco Marazia.

Dicevamo dell'arresto di marzo. Con la sua auto, il 29 enne aveva investito la donna, costretta a ricorrere al pronto soccorso a causa delle lesioni riportate, dichiarate guaribili in 20 giorni. Un episodio che era arrivato al culmine di settimane di corteggiamenti, sempre respinti dalla vittima, che era tra l'altro una sua ex collega di lavoro. Dopo i tanti no ricevuti, il 29 enne aveva cominciato a perseguitare la donna: pedinamenti, telefonate anonime, molestie sessuali e percosse.

A questo punto, la donna ha denunciato lo stalker che, però, non si è fermato. Si è presentato sotto casa del suo bersaglio, pretendendo di parlarle. Lei non c'era, ma quando è arrivata in compagnia di alcuni amici, l'uomo ha iniziato a inveire contro di lei, poi è salito in macchina e l'ha travolta. E' scattato il primo arresto, con l'obbligo dei domiciliari.

Lungi dal fermarsi, lo stalker ha continuato con le telefonate minatorie, a cui ha aggiunto annunci a luci rosse su Facebook. Ha poi modificato le condizioni di forniture di utenze domestiche, destinate alla vittima, on line o per telefono. Facendo credere di essere la parte interessata. Ai danni psicologici e fisici si sono aggiunti anche quelli economici. Il 29 enne è ora nel carcere di Taranto e si spera che l'incubo - per la donna - sia terminato.

Stalker Taranto

  • shares
  • Mail